Criptovaluta - che cos'è?

La criptovaluta, o denaro digitale, è un mezzo di pagamento virtuale e una risorsa di investimento il cui funzionamento si basa su un sistema di contabilità distribuita. Come interpretato dalla Corte di giustizia dell'Unione europea, le criptovalute sono mezzi di pagamento a pieno titolo e sono quindi esenti da IVA, che si applica a beni e servizi.

Cosa sono le criptovalute?

Nel mercato delle criptovalute abbiamo attualmente più di 10.000 monete e progetti funzionanti. Ognuno di questi progetti rappresenta una certa visione e diversi meccanismi di azione, ma cosa sono le criptovalute? Il denaro virtuale o le valute digitali è ovviamente un nome appropriato, ma non possiamo fermarci a questa semplificazione.

Tutto a causa della natura sofisticata delle criptovalute. Come sono riuscito a menzionare, la crittografia si basa su un sistema di contabilità distribuita, o in altre parole decentralizzata. Qual è l'insolita specificità di questa soluzione?

La filosofia delle criptovalute - Tu sei la tua banca

Nel mondo delle criptovalute non c'è un'autorità dominante - come una banca centrale - che può fermare o invertire le transazioni. Ognuno è la propria banca, il che, oltre al trasferimento indipendente e completamente gratuito di fondi, significa che i fondi di ogni utente sono sicuri come l'utente stesso si prenderà cura di questa sicurezza.

Le criptovalute utilizzano per lo più algoritmi di crittografia avanzati che impediscono l'accesso non autorizzato ai fondi. Le uniche circostanze che possono contribuire alla perdita di denaro virtuale è una lacuna nella sicurezza di una data criptovaluta, che permette il furto di fondi (che accade molto raramente, è anche un margine), e la seconda possibilità - che è il 99% dei casi di perdita di fondi, cioè la perdita di accesso al portafoglio combinato con la pubblicazione dei dati per operare il portafoglio, la chiave privata.

Un sistema contabile aperto e decentralizzato

Questo è ciò che è la blockchain, o Blockchain. Le transazioni memorizzate sulla catena sono irreversibili e anonime - il blocco che contiene informazioni sulle transazioni contiene dati criptati, come gli indirizzi dei portafogli o le chiavi necessarie per effettuare la transazione.

La blockchain di ogni criptovaluta ha una specifica unica. La blockchain di bitcoin, nonostante molte somiglianze, è diversa dalla tecnologia blockchain usata per Litecoin o Ethereum.

Quali sono le differenze?

Il miglior esempio delle differenze, sono i tempi di creazione di nuovi blocchi, che ha un impatto significativo sulla velocità delle transazioni. Con Bitcoin, un blocco viene creato ogni 10 minuti, mentre con Litecoin questo tempo è ridotto a 2,5 minuti.

La tecnologia Blockchain non ha un'autorità superiore - siamo tornati al principio di essere la propria banca. Invece di una forte autorità che ha il potere di confermare o rifiutare le transazioni, blockchain si basa su nodi indipendenti - Nodi, che si occupano di confermare le transazioni degli utenti, evitando così il problema della doppia spesa, il che significa che un utente non può spendere lo stesso denaro due volte.

La conferma delle transazioni può essere fatta su una varietà di consensi - il più comune è PoW - o proof-of-work, ma una soluzione sempre più popolare, soprattutto per i suoi bassi requisiti di risorse, è PoS - o proof-of-stake.

Per capire esattamente come funziona Blockchain, assicurati di controllare il nostro articolo sull'argomento.

Un'alternativa alla Blockchain

Il mercato delle criptovalute ha già visto l'emergere di tecnologie che hanno il potenziale per condurre una rivoluzione nell'industria dei pagamenti - valute digitali basate, per esempio, sul DAG (Directed Acyclic Graph). In questa soluzione, non sono i nodi a confermare le transazioni degli utenti, ma le transazioni si confermano a vicenda. Ogni transazione effettuata in una valuta che utilizza DAG, per esempio IOTA, deve confermare due transazioni.

DAG, a differenza di blockchain, scala con il numero di transazioni, che in teoria significa che non fa differenza se gestisce 100, 1.000 o 1.000.000 di transazioni al secondo. In confronto, Bitcoin gestisce circa 5 pagamenti virtuali al secondo.

Quali criptovalute usa DAG?

Oltre a IOTA, abbiamo ancora NANO e OBYTE, tra gli altri. Mentre il modello DAG ha il potenziale per diventare Blockchain 3.0, gli sviluppatori hanno ancora bisogno di tempo per padroneggiare la nuova tecnologia e realizzare il suo pieno potenziale. Attualmente le soluzioni esistenti sono vulnerabili agli attacchi e hanno difetti da baby-age, il che significa che dovremo aspettare la rivoluzione della buona vecchia tecnologia Blockchain, nonostante i suoi problemi di scalabilità.

Una breve storia delle criptovalute

Tutti hanno probabilmente sentito parlare dell'inizio di Bitcoin (BTC) - 2009, Satoshi Nakamoto... Naturalmente. Questi sono momenti molto importanti nella storia della crittografia - anche innovativi (ed è per questo che torneremo su di loro), ma non sono gli inizi effettivi di un'idea o di un concetto funzionante che potrebbe rivendicare di essere il pioniere effettivo del campo.

Le criptovalute potrebbero essere nate in Olanda!

Uno dei primi approcci, che aveva una sorprendente somiglianza con il concetto di denaro virtuale che conosciamo oggi, iniziò nei Paesi Bassi e questo fu circa 20 anni prima del lavoro di Satoshi!

Le stazioni di servizio olandesi stavano affrontando un enorme problema di furti notturni, ma invece di investire in guardie di sicurezza, un gruppo di sviluppatori ha cercato di creare delle smart-card, che all'epoca erano moderne, con le quali si potevano effettuare pagamenti al posto dei contanti. Le carte operavano sulla base della moneta elettronica, il che le rende uno dei primi esempi di criptovaluta funzionale.

B-Money

Alla fine degli anni '90 (1998), lo sviluppatore americano Wei Dai ha creato un concetto per un sistema di denaro elettronico anonimo chiamato B-Money. Alla fine, il concetto si è rivelato un fallimento, ma ha gettato le basi per Bitcoin. Per quanto riguarda l'importanza di questo progetto, vale la pena ricordare che il creatore è stato onorato nel whitepaper di Bitcoin, e da Vitalik Buterin, che ha chiamato una delle parti frazionarie di Ether come Wei.

Satoshi Nakamoto - L'era del Bitcoin (BTC)

La storia di Bitcoin è iniziata il 18 dicembre 2008, giorno in cui è stato registrato il dominio Bitcoin.org, che è ancora attivo. Stranamente, non si conosce ancora l'identità della persona che ha registrato il dominio.

Poco dopo, il 31 ottobre 2009, un gruppo che usava lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto annunciò tramite un mailing che stava lavorando su un sistema di denaro elettronico completamente decentralizzato (libero da entità master) e basato su una soluzione peer-to-peer.

Il 3 gennaio 2009, il blocco 0, noto alla comunità crittografica come Genesis Block, è stato portato alla luce, che conteneva il testo The Times 03/Jan/2009 Chancellor on brink of second bailout for banks. Il contenuto del blocco era sia un segno dei tempi che un importante commento politico, ma anche un segno di una nuova era!

5 giorni dopo - l'8 gennaio 2009 - la prima versione del software di bitcoin fu svelata, e un giorno dopo il blocco 1 fu scavato, segnando l'inizio del mining di bitcoin.

La storia lascia un mistero ancora irrisolto.

Chi era Satoshi Nakamoto?

Nessuno sa chi ha inventato Bitcoin. Satoshi Nakamoto, il nome utente sotto il quale si nascondono i creatori, può significare entrambi i creatori e un solo creatore. Possiamo anche collegare il nome a un whitepaper di Bitcoin che è stato pubblicato nel 2008.

Perché Satoshi è sconosciuto?

La risposta a questa domanda può essere incredibilmente semplice: i creatori non volevano pubblicità. Dando un'occhiata più da vicino alla storia degli anti-sistemici, possiamo solo indovinare che Satoshi voleva evitare l'attenzione dei media e dei governi del mondo - dopo tutto, ha creato una moneta che doveva bypassare le entità bancarie centralizzate - che fornisce all'utente l'anonimato.

Come una moneta che potrebbe minacciare la finanza tradizionale, collegarla a individui specifici potrebbe portare alla rapida scomparsa del progetto, ma la ragione potrebbe anche essere un'altra - la sicurezza.

Guardando al solo 2009, sono stati dissotterrati 32.489 blocchi, che all'epoca si traducevano in 1.624.500 Bitcoin. Una persona con un così grande gruzzolo di valuta digitale potrebbe essere un boccone ghiotto per tutti i tipi di criminali.

Storia contemporanea

Oggi, il mercato delle criptovalute, nonostante la sua giovane età, è già completamente adattato al mondo. Da una risorsa per eccentrici investitori idealisti, il bitcoin è diventato un bene di investimento ampiamente rispettato le cui proprietà nel conservare il valore sono paragonate all'oro.

Ora abbiamo 10.000 diversi progetti di criptovalute nel mercato delle criptovalute. La sua capitalizzazione al suo picco era più grande di qualsiasi azienda esistente - all'inizio di maggio 2021, la capitalizzazione delle criptovalute era di 2.310.000.000.000 di dollari quando la società con il valore più alto - Apple Inc. $2,200,000,000,000.

Come ottenere criptovalute?

Ci sono un paio di percorsi che portano al possesso di valute virtuali. Uno di essi conduce attraverso un complicato processo di mining, che richiede un ricco portafoglio per acquistare minatori di criptovalute. Un altro, molto più semplice, è il modo di comprare.

Possiamo comprare criptovalute su uno scambio di criptovalute, in un ufficio di scambio e da un altro utente. Le opzioni più sicure sono naturalmente le prime due, perché nel mondo anonimo delle valute virtuali è facile fare delle frodi.

Quando si tratta di scambi di criptovalute, vale la pena scommettere su soluzioni collaudate e utilizzare il mercato sicuro e immediato di Bitclude. Con l'aiuto di un'interfaccia banalmente semplice, un processo di registrazione istantaneo e un processo di acquisto rapido, lo scambio di criptovalute Bitclude è la soluzione migliore per un investitore che vuole entrare in possesso di criptovalute.

Come conservare le criptovalute?

Ora che sai che puoi comprare criptovalute su uno scambio di criptovalute, ora ti starai chiedendo - dove conservarle? Il primo pensiero che probabilmente vi viene in mente è un portafoglio.

Questa è una connotazione molto buona, ma sfortunatamente con bitcoin e altre criptovalute la questione è un po' più complicata - mentre usiamo effettivamente qualcosa di utilità simile a un portafoglio, a differenza di un vero portafoglio, nessun fondo è memorizzato su questa criptovaluta!

Cos'è un portafoglio di criptovalute?

Il portafoglio di criptovalute gioca un ruolo un po' astratto, perché invece dei fondi stessi, agisce come un intermediario che, sulla base di chiavi crittografiche - pubbliche e private - dimostra la proprietà dei fondi. Il portafoglio è una sorta di collegamento tra noi, la blockchain e i nostri fondi.

Con il portafoglio, possiamo ricevere, conservare e trasferire denaro virtuale in modo semplificato.

Per poter puntare e accedere agli asset sulla blockchain, abbiamo bisogno di una chiave pubblica, una chiave privata e un indirizzo, in base al quale possiamo disporre degli asset. Nonostante il fatto che tutti i dati siano pubblici, il furto non avviene in blockchain. Tutto grazie ad ottimi algoritmi di miscelazione (per Bitcoin SHA-256), che proteggono le criptovalute da comportamenti indesiderati.

Tipi di portafogli di criptovalute

I portafogli di criptovalute si dividono in due categorie di base: freddi e caldi. Naturalmente, questa non è la fine della storia, dato che abbiamo ancora a che fare con sottocategorie - i portafogli sono ulteriormente divisi in portafogli pieni e leggeri. Poi c'è una divisione più dettagliata, cioè portafogli desktop, portafogli mobili, portafogli web, portafogli hardware e portafogli cartacei. Ognuno di questi portafogli ha caratteristiche uniche, che potete leggere qui.

Quando si parla delle criptovalute più popolari, sarà più facile usare la classifica per capitalizzazione, che mostra quanto gli investitori credono in una particolare valuta e quanto è diventata popolare negli anni. È interessante notare che la dinamica specifica del mercato delle criptovalute significa che c'è un enorme turnover di diversi progetti - alcuni falliscono a causa della mancanza di sufficiente supporto da parte della comunità e degli investitori, altri si rivelano essere semplici truffe - come Bitconnect.

Attualmente, le prime cinque criptovalute includono Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Binance Coin (BNB), Cardano (ADA) e Ripple (XRP).

La loro capitalizzazione combinata rappresenta in media il 70% del valore totale del mercato delle criptovalute. Un'indicazione preziosa per gli investitori sono gli indicatori di dominanza del mercato, che si riferiscono principalmente ai giganti con maggiore capitalizzazione. In genere, le informazioni si applicano solo al Bitcoin, dato che da solo rappresenta circa il 40-50% del valore del mercato delle criptovalute.

Nel corso del tempo, la differenza tra Bitcoin ed Ethereum potrebbe iniziare a sfumare, cambiando così il peso dei dati disponibili. Attualmente, Ethereum, che è la seconda criptovaluta più grande, rappresenta solo circa il 10-15% del valore totale del mercato.

Applicazioni delle criptovalute

Le criptovalute, oltre alla loro funzione di base di trasferimento di denaro, portano anche soluzioni tecnologiche avanzate. Le rivoluzionarie blockchain di molti di loro possono essere utilizzate per molti scopi diversi. Ne citeremo alcuni qui di seguito:

  • Rendendo i blocchi irreversibili e non modificabili, un sistema di voto costruito su tale soluzione sarebbe equo, trasparente e anonimo. C'è già un progetto di questo tipo - FollowMyVote;
  • I sistemi di archiviazione dei dati possono essere costruiti sopra la blockchain per fornire una maggiore sicurezza in caso di hacking o tentativi di modificare i dati. Sistemi di esempio per PeerNova e NXT;
  • La protezione del copyright in termini di protezione contro il furto di proprietà intellettuale, dimostrando l'autore originale e la priorità dell'aggiunta di contenuti;
  • Ancora un sogno irrealizzabile sono le transazioni all'interno dell'internet delle cose, dove i dispositivi saranno in grado di effettuare pagamenti direttamente tra di loro. Un progetto che mira a pagamenti aneddotici tra un autolavaggio e una macchina è IOTA.

Riassunto

Le criptovalute sono attualmente il mezzo di pagamento tecnicamente più avanzato. Essendo uno dei pochi metodi di pagamento, un trasferimento in criptovalute arriverà sempre dal punto A al punto B - niente e nessuno può fermarli. Nel caso di Bitcoin (BTC), abbiamo visto l'efficienza di questa soluzione per 12 anni.

Ricordate che le criptovalute non sono solo un mezzo di pagamento, ma anche un bene di investimento molto interessante, una riserva di valore e un valore tecnologico che può rivoluzionare molti settori della nostra vita. Immaginate un mondo in cui la finestra di casa vostra convoca autonomamente un robot di pulizia, poi lo paga per il servizio svolto usando la criptovaluta - incredibile, e già possibile!

Se vuoi unirti a questo affascinante mondo delle criptovalute, registrati sul nostro scambio di criptovalute. Dalla registrazione, ci vorranno solo 3 minuti per l'acquisto - e c'è ancora la verifica dell'identità sulla strada. BitClude è il più veloce scambio di criptovalute. Compra Bitcoin su Bitclude!

Inizia il tuo viaggio di trading proprio qui!

...o continua a calcolare i prezzi

Commercio

Sommario